IL CONSOLATORE | World Challenge

IL CONSOLATORE

Jim CymbalaFebruary 13, 2016

Durante l'Ultima Cena, Gesù disse ai Suoi discepoli, gli studenti che avevano imparato da Lui e che Gli erano stati amici per tre anni, che se ne sarebbe andato. Immagino il turbamento che i discepoli abbiano provato all'udire una tale notizia! Lui era il loro conduttore, era un operatore di miracoli, l'unico in grado di dare una perfetta e saggia risposta quando i farisei li mettevano verbalmente alle strette. Quando Lui parlava, parlava con autorità e non avevano mai udito nessuno parlare allo stesso modo. Nessuno aveva insegnato loro in quella maniera.

Come poteva lasciarli adesso quando avevano più bisogno di Lui? E per confonderli ancora di più, Egli disse che la Sua partenza avrebbe giovato loro. “Eppure, io vi dico la verità: è utile per voi che io me ne vada” (Giovanni 16:7).

Questa dichiarazione avrà lasciato esterrefatti i discepoli. Come poteva essere un bene la dipartita di Gesù? Era l'insegnante con il quale avevano mangiato, camminato, viaggiato, osservato e dal quale avevano imparato. Qualsiasi utilità venisse dalla sua partenza doveva essere impossibile per loro da comprendere.

Fortunatamente, Gesù spiegò loro il perché. “Io pregherò il Padre, ed egli vi darà un altro Consolatore perché sia con voi per sempre: lo Spirito della verità, che il mondo non può ricevere perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete, perché dimora con voi, e sarà in voi” (Giovanni 14:16-17). Dopo disse di nuovo: “eppure, io vi dico la verità: è utile per voi che io me ne vada; perché se non me ne vado, non verrà a voi il Consolatore; ma se me ne vado, io ve lo manderò” (16:7).

Adesso l'intera immagine comincia a svelarsi. Il Padre mandò il Figlio per compiere un'opera specifica, attestare l'amore di Dio. “Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.” (Giovanni 3:16). Dio avrebbe mostrato questo amore sacrificando il Suo Figliolo sulla croce per pagare il prezzo dei nostri peccati. E dopo che il Figlio avesse compiuto la Sua opera sulla croce, risorto dalla morte e asceso al cielo, il Figlio avrebbe inviato lo Spirito.

Sebbene i discepoli non riuscissero a comprendere in quel momento, era meglio per loro avere l'invisibile Spirito Santo dentro di loro che avere fisicamente Gesù. La Persona divina che stava per arrivare li avrebbe aiutati a capire ogni cosa che Gesù aveva detto.

 

Jim Cymbala fondò la Brooklyn Tabernacle con meno di venti membri in un piccolo e fatiscente edificio in una parte difficile della città. Nativo di Brooklyn, è amico di vecchia data sia di David che di Gary Wilkerson. 

Download PDF