Occhi fissati su Gesù | World Challenge

Occhi fissati su Gesù

David Wilkerson (1931-2011)August 16, 2019

“Subito dopo, Gesù obbligò i suoi discepoli a salire sulla barca e a precederlo sull'altra riva, mentre egli avrebbe congedato la gente. Dopo aver congedato la folla, si ritirò in disparte sul monte a pregare. E, venuta la sera, se ne stava lassù tutto solo. Frattanto la barca, già di molti stadi lontana da terra, era sbattuta dalle onde, perché il vento era contrario.”(Matteo 14:22-24).

Dopo il miracolo di nutrire i cinquemila, Gesù mandò via il popolo e ordinò anche ai discepoli di andarsene. Era stata una giornata estenuante e il Maestro cercava un po' di riposo. Ma la barca dei discepoli fu presa da una tempesta e, sebbene fossero marinai esperti, la ferocia di essa causò qualche allarme. Avrebbero potuto trovare del conforto nel fatto che Gesù fosse vicino, ma non si aspettavano cosa sarebbe successo dopo.

“Gesù andò da loro, camminando sul mare. E quando i discepoli lo videro camminare sul mare, furono turbati, dicendo: "È un fantasma!" "(Matteo 14: 25-26). In effetti, i discepoli erano terrorizzati, ma Pietro fece un coraggioso passo di fede e lasciò la barca. Uno sguardo al suo Salvatore gli bastava! “Pietro gli rispose: «Signore, se sei tu, comandami di venire da te sull'acqua»." (14:28). Quindi, tenendo gli occhi ben fissi su Gesù, Pietro fece quel passo fuori dalla barca. Non stava mostrando la sua fede o cercando di sminuire qualcuno, voleva semplicemente essere più vicino al suo Signore.

Sebbene è vero che Pietro affondò quando distolse gli occhi dal Signore, scoprì un posto in Cristo sopra il mare impetuoso e in tempesta. Stava camminando su ciò che lo minacciava di arrivare a Gesù. La fede che lo ha tenuto al di sopra di tutto per un po' avrebbe potuto tenerlo indefinitamente. Ma distolse gli occhi da Cristo e permise al tumulto intorno a lui di diminuire la sua fiducia.

La storia di Pietro ci ricorda che tanto peggiore è la crisi, tanto più diligentemente un cristiano deve volgersi a Cristo. Possa tu guardarlo in mezzo alla tua crisi e pregare: “Avvicinami a te, Signore. Che tutto nella mia vita mi guidi a te!”

Download PDF