Io vengo presto – Un risveglio di santità! | World Challenge

Io vengo presto – Un risveglio di santità!

David WilkersonFebruary 1, 1982

Su questa nazione sta arrivando un risveglio di santità. La scintilla è stata già accesa dallo Spirito Santo e ovunque io viaggi ci sono segni di un glorioso risveglio, con moltitudini di figliuoli di Dio che hanno fame e sete di giustizia. La Bibbia afferma che quando il nemico verrà come una fiumana, lo Spirito del Signore alzerà contro di lui uno stendardo. Santità, questa è lo stendardo della vera giustizia di Cristo. Quel vessillo macchiato di sangue, che significa santità, molto presto sarà innalzato sopra il campo di battaglia del peccato e della corruzione. E si alzerà un crescendo di voci che grideranno al Signore: "Nettaci. Consumaci. Tiraci fuori dal fango e dalla sporcizia di questa età. Facci tornare ad una vita santa e disposta al cielo. Purificaci e rendici incontaminati da questo mondo".

I giovani cristiani, specialmente i giovani pastori, sono stanchi e stufi di tutti i giochi religiosi. Si sono stufati di tutti i bisticci e battibecchi dottrinali. Sono affamati di una fede che li tenga puri e netti nel mezzo di una generazione malvagia e perversa. Stanno cominciando a chiedere al Signore un risveglio nelle loro nazioni e una visione della santità di Dio.

Posso udire le loro grida da un punto all'altro della terra, che dicono in poche parole: "Noi non vogliamo alcun tipo di sistema teologico. Siamo stanchi dell'insegnamento e delle preghiere materialiste che ci lasciano vuoti e aridi. Non vogliamo che ci venga detto come avere successo e prosperare. Siamo giovani e non abbiamo bisogno di messaggi di guarigione. Noi abbiamo bisogno di essere convinti di peccato, di conoscere l'afflizione per i nostri passati errori e per le nostre vecchie vie di piacere".

Vogliamo sapere come sottomettere i nostri corpi in totale abbandono a Cristo e conoscere cosa significa essere santi. Noi abbiamo bisogno di un Vangelo che ci mostri come mantenerci netti in questa era di luridume.

Io credo che in questo momento la mia penna sia guidata dallo Spirito di Dio, quando vi annuncio che Egli sta per muoversi sovranamente sopra la Sua chiesa per risvegliarla di nuovo ad una santità biblica. La scelta di Dio va a smuovere il loro uomo interno; lo Spirito metterà un peso insistente in loro, fino a quando i credenti desidereranno ancora una volta una pulizia spirituale e la liberazione dal potere del peccato.

Chiese fredde e ricadute nella mondanità stanno per essere scosse e convinte di peccato attraverso i potenti richiami dello Spirito Santo. Il Giudizio comincerà dalla casa di Dio e la santità del Signore sarà rivelata all'uomo interiore. I peccati più nascosti saranno svelati, ovunque, e molti, molti Cristiani saranno convinti di peccato ed avvisati da Dio di lasciare i propri peccati, di scordarli o saranno giudicati pubblicamente e severamente.

Pastori tiepidi e mondani vedranno qual è il modello della santità edificato nel loro Paese, quindi o si rivolgeranno di nuovo al Signore con digiuni e preghiere, con pianti, sincero dolore e pentimento, oppure saranno confermati nel loro stato di morte ed indifferenza spirituale. Ma io credo che ogni sincero ministro di Cristo che desideri ardentemente il ristabilimento della Purezza nella chiesa, farà esperienza di una nuova chiamata alla preghiera fervente e di una rinnovata avversione per i peccati sia a livello privato che nazionale.

Vedremo, come all'antica, lo Spirito Santo convincere di giudizio e giustizia sia i peccatori sia i Cristiani nelle chiese di tutta la nazione. Io credo che questa sarà una realtà di fatto dello Spirito Santo. E sta cominciando ad accadere. In pochi mesi abbiamo ricevuto lettere e telefonate da molti pastori di tutta la nazione che ci informavano del movimento sovrano dello Spirito di Dio nelle loro chiese, con le intere congregazioni scosse completamente dal potente convincimento di peccato da parte dello Spirito Santo. I pastori danno notizia di una rinnovata enfasi nelle loro predicazioni contro il peccato ed i compromessi con esso, nelle loro chiese. Ci raccontano di persone che corrono all'altare e si pentono, gridando a Dio per un nuovo battesimo d'amore e di pulizia delle loro anime. Confessano ed abbandonano i loro desideri più ardenti, le amarezze e le inclinazioni. Le comunità che sovrintendono, stanno cominciando a volgersi indietro dalle loro vie malvage ed ora ritornano sulle vecchie vie della giustizia e della fede. Senza essere forzati, stanno cominciando a pregare per una nuova visione di grazia e benedizione.

Posso dichiararvi in verità che nel mio ministerio Dio mi ha completamente rigirato sottosopra! Ho letto libri scritti da autori Puritani. Uomini pii come John Owen, Sibbes, Goodwin, Baxter ed altri. Sono rimasto scioccato da come ci siamo allontanati dalle vie del Signore. La chiesa primitiva camminava nel timore di Dio e viveva una vita santa e dedicata al Signore. I nostri padri Puritani erano uomini pii e devoti che odiavano il peccato. Lutero, prima di morire, disse: "Io ho paura che quando me ne sarò andato, questo messaggio verrà dimenticato". Ed accadde proprio quello che Lutero temeva. Ci siamo allontanati molto dalla teologia della Riforma protestante. I riformatori devoti dei secoli passati non avevano ancora conosciuto il vangelo di scarso valore e centrato su se stesso che viene predicato oggigiorno.

Come i giovani pastori di oggi, anch'io sono stanco di fare giochi spirituali. Sono stanco delle predicazioni e degli insegnamenti pigri, auto-celebranti e materialistici che ci hanno condotti così lontani dal vangelo di pentimento, di santità e di totale arrendimento.Questo è quanto ascolto quando sono in preghiera nella mia cameretta segreta: "David – esamina te stesso, guarda nello specchio della santità di Dio. Sbarazzati di tutto il peccato e della corruzione, della superbia, del tuo io e delle ambizioni. Comincia a cercare la faccia del Signore con fervore e sincerità. Disabituati alle cose di questo mondo, al materialismo; sii affamato ed assetato della vera giustizia – il dono di Dio attraverso la fede in Cristo". Rivolgiamoci a Dio con un cuore afflitto e preghiamo per una nuova unzione. Corriamo spesso nella nostra cameretta segreta e cerchiamoLo con tutto il nostro cuore e la nostra anima. Scaviamo sempre più profondamente nella Parola di Dio – cercando nuove rivelazioni della Sua superna santità. Non amiamo il mondo e dimentichiamo tutti i suoi piaceri. Arrendiamoci in ogni cosa, umiliamo noi stessi e predichiamo con santo zelo contro il peccato ed i compromessi! Risvegliamo il popolo di Dio! Predichiamo senza paura finché non ci sarà un pio pentimento verso il peccato! Chiamiamo a raccolta il popolo affinché si umili e preghi!

Quando Giovanni il Battista profetizzò a proposito della venuta di Cristo, Lo vide venire con un'ascia in una mano ed una ventola nell'altra (nelle traduzioni italiane della Bibbia la parola ventola è tradotta come "ventilabro" – N.d.t.).

"Ormai la scure è posta alla radice degli alberi; ogni albero dunque che non fa buon frutto, viene tagliato e gettato nel fuoco... Egli ha il suo ventilabro in mano, ripulirà interamente la sua aia e raccoglierà il suo grano nel granaio, ma brucerà la pula con fuoco inestinguibile" (Matteo 3:10-12).

Giovanni non ha visto il Cristo venire con un sacco pieno di doni come una specie di Babbo Natale divino. Non stava venendo per prospera e piena di successi rendere la razza umana. Lui stava venendo con un'ascia ed una ventola! Cristo andava nella Sua casa per purificarla! Purificare significa "nettare, sbarazzarsi, portare via quello che è impuro". La ventola è lo Spirito Santo, il cui potente vento sta per spazzare fuori dal santo tempio di Dio tutta la pula di tiepidezza e peccato.

L'ascia è la forza del giudizio della Parola di Dio che viene espressa dall'unzione dello Spirito Santo. Ascoltate le parole della profezia di Giovanni: "Cristo purificherà, metterà mano alle radici, raccoglierà, brucerà, separerà! Tutti i compromessi verranno giudicati. Tutte le tentazioni e le follie dei piaceri in cui siamo voluti cadere saranno ritenuti un oltraggio alla Sua presenza. Tutti i legami con gli empi che hanno rigettato Cristo non passeranno inosservati. Egli non trascurerà di utilizzare sia l'ascia che la ventola. Ha atteso a lungo abbastanza affinché la sua vigna producesse frutto. La falsità e la pula devono essere purgate. Il nostro Signore sta per mettere mano alle radici spirituali di tutti i falsi dottori e farisei. Solo coloro che avranno mani nette e cuori puri, potranno salire al Suo monte santo. Egli rigetterà i Suoi altari e volgerà le spalle a molte chiese – se non ci sarà un risveglio di pentimento.Se voi non ascoltate questo tipo di predicazioni dai vostri pulpiti, ho paura che sia i pastori che gli insegnanti abbiano perduto l'unzione, oppure siano predicatori che amano lavarsene le mani e vivere tranquilli. Le predicazioni e gli insegnamenti che più piacciono a Dio in questi ultimi tempi sono quelli che pongono l'ascia sulle radici del peccato nelle nostre vite. Noi abbiamo bisogno di predicazioni che ci scuotano fino al profondo dei nostri cuori, mettendo in mostra la pula dei nostri peccati segreti e della nostra inclinazione verso il mondo. Noi abbiamo bisogno - e presto avremo – più predicatori ed insegnanti con una spada nelle loro mani, per tagliare fino al midollo delle ossa e per far nascere vero pentimento e perdono dei peccati.

Se io, come ministro del Vangelo a pieno tempo al servizio del Signore – con una libreria piena di libri sacri – ed una chiamata da parte di Dio, sono sotto il rovente giudizio dello Spirito Santo, anche voi potete esserlo! Io non mi ero reso conto di come il mio cuore fosse diventato così freddo. Io non odiavo il peccato con un pio odio come avrei dovuto. Non capivo che il mondo stava lentamente insinuandosi nella mia anima, rendendomi spiritualmente debole ed arido. Non stavo più digiunando o umiliandomi alla Sua santa presenza, finché la Sua divina santità mi rese più sensibile e ruppe la mia anima. Penso che l'unico digiuno di cui abbiamo bisogno oggi, sia quello che Isaia definì "libertà per tutti i prigioni e sollievo dai carichi pesanti per i poveri". Ma io ho usato questo come una scusa, così non mi sono astenuto anche da un solo pasto per farlo diventare tempo di preghiera.

Io ero uno di quei pastori che si vantava: "Mi rifiuto di guardare nel mio cuore – io so che è malvagio – per cui lascio tutto nelle mani di Gesù affinché mi perdoni e non me ne voglio preoccupare più oltre ". Questo sembra teologia del Nuovo Testamento, ma è soltanto mezza verità. Non vogliamo mai confessare la nostra attrazione al peccato, non mettiamo mai mano alle radici – fino a che non vediamo quanto siamo peccaminosi, e quanto abbiamo bisogno della grazia e della misericordia di Cristo. Abbiamo abbattuto l'albero, ma abbiamo lasciato le radici in modo che possa germogliare di nuovo.

Oh, certamente – io ho pregato e letto la mia Bibbia, ho dato ai bisognosi, e ho amato mia moglie ed i miei figli; ho pensato di essere discretamente onesto, umile ed un sincero ministro. Ma questo accadeva prima che lo Spirito Santo mi facesse dare una profonda occhiata nello specchio della Sua giustizia. Ho visto in me stesso cose che mi hanno sconvolto. Io non ero totalmente arreso. Ero ancora preso negli artigli di una sottile specie di superbia. Lentamente ero avvelenato dall'amore per il benessere, per l'agiatezza e la fama. Certamente questo si trovava a livello di subconscio, ma era molto vero. Ma Dio nella sua misericordia mi risvegliò! Egli mi avvolse con le Sue braccia compassionevoli e mi pose di nuovo su terra santa. È certamente solo l'inizio e davanti a me c'è ancora una lunga via da seguire, ma non voglio tornare indietro.

Altre volte Dio mi ha esortato a seguire "la retta via" fino ad un'arresa totale che cambia la vita, ma ero troppo occupato per seguirla. Non però questa volta – adesso sono intenzionato a seguirla completamente, fino a che Egli non mi avrà umiliato, purgato e dato la Sua veste di vera giustizia.

Dei cambiamenti stanno avvenendo in me, e questo si nota quando svolgo il mio ministerio dal pulpito. Una parte di questa purificazione è che sta cambiando la musica che mi accompagna nelle campagne evangelistiche. Insieme a me anche il gruppo musicale che mi accompagna viene diretto dallo Spirito Santo per cantare e suonare soltanto musica che esalta la gloria e l'adorazione di Cristo. Nelle nostre riunioni non esiste musica che imiti intenzionalmente il tipo di suono degli empi gruppi musicali rock o disco-music. Non facciamo spettacoli! Noi usiamo musica che calma gli spiriti selvaggi, che innalza il nome di Gesù, che rende i giovani desiderosi di avere un aspetto sobrio e che li rende bramosi delle cose di Dio.

Conosco un buon numero di musicisti che credono in quello che dico quando profetizzo che Dio sta per spazzare via dalla Sua chiesa tutta la musica che offende il cielo. La ventola è nella Sua destra, e visto che molta della musica moderna è come la pula, deve essere mondata. Verrà presto il giorno in cui cantanti e gruppi musicali che suonano musica "religiosa" sconsacrata, non avranno più un pubblico che li stia ad ascoltare. Giovani che sono stati risvegliati e sono condotti dallo Spirito di Dio, stanno disabituandosi a tutta la musica che sembra una eco del loro ribelle passato, compresa la musica che esalta la depravazione. Giovani che ritornano alla santità e purezza devono sviluppare l'orecchio ad una musica che è guarigione ed adorazione.

Dio sta per compiere un opera nuova nella musica! Ho visto questo già da lungo tempo. Una purificazione totale! Sta già cominciando ad accadere. Proprio in questa settimana, altri due gruppi musicali mi hanno detto che i loro prossimi dischi saranno caratterizzati da più adorazione e lode. Un musicista molto conosciuto mi ha detto: "Dio ha risvegliato il mio cuore, in questi ultimi tempi. Ora sto scrivendo le mie canzoni in ginocchio. Non voglio scrivere altra spazzatura. Non voglio prestare attenzione soltanto alle vendite dei miei dischi – voglio invece compiere il mio ministerio verso la gente".

Dio mi ha promesso che i giovani si rallegreranno e molto presto preferiranno il suono santificato dello Spirito. Il risveglio della santità in arrivo, sta per portarci di nuovo la musica magnifica ed incoraggiante che Cristo desidera. Tutti i risvegli di santità, nelle epoche passate, sono state accompagnate dalla purificazione della musica nelle chiese. Questa profezia produrrà una buona testimonianza verso coloro che leggono e pregano per questi messaggi. Non stai provando anche tu la certezza nel tuo cuore che questi cambiamenti stiano arrivando – nettanti, purificanti cambiamenti?

In questo risveglio di santità che sta per venire, Dio ci chiama a separarci e ad un impegno. Non dobbiamo più cercare di nascondere i peccati. Questi non solo debbono essere confessati, ma abbandonati. Chi pretende di essere salvato, ma ancora prende gusto all'adulterio e alla fornicazione deve vergognarsi pubblicamente. Costoro che corrono ai piedi del pulpito per "essere salvati", non devono andarsene via solo recitando una "semplice preghiera". No! Devono essere così convinti dei loro peccati da odiarli. Non lasciano i miei raduni con falsa sicurezza, solo perché hanno versato qualche lacrima e detto una piccola preghiera. Io voglio vedere lo Spirito Santo colpire le persone con un sentimento di giudizio da vedere la "maggiore peccaminosità del peccato". Quindi vorrei che lo Spirito facesse in loro più che un lavoro superficiale di semplice emozione. Vorrei che capissero quanto sono peccaminosi e deboli! Allora voglio dare loro la rivelazione dell'amabile grazia di Gesù Cristo – e vorrei che ricevessero, per fede, il dono della sua santità e giustizia! Vorrei che si rendessero conto di cosa sia abbandonare il mondo, i suoi piaceri, tutti gli amici empi, tornando invece a camminare con Dio.

Questo risveglio di santità sarà rigettato da molti. Diranno che è un ritorno al legalismo, oppure diranno che è "predicare la Legge"; affermeranno ancora che tutto ciò porta verso la schiavitù! Ma stanno sbagliando. Anch'io disprezzo la santità legalistica. Il risveglio che sto vedendo è però la vera e unica santità biblica. Sarà concentrata sulla verità e purezza del nostro interno. Cristo sta tornando per una chiesa senza macchia o furberia, non per una chiesa che ozia su letti d'avorio di comodità, di concupiscenze ed egoismo. La disposizione verso questo mondo sta prendendo il sopravvento sul popolo di Dio – ma egli metterà subito mano a tutto questo.

Cristo ha pianto non per l'Egitto, Roma o la Grecia – Egli pianse per Gerusalemme, la Sua città dove viveva il Suo popolo. La Parola dice:

"Se il mio popolo, sul quale è invocato il mio nome, si umilia, prega, cerca la mia faccia e si converte dalle sue vie malvagie, io lo esaudirò dal cielo, gli perdonerò i suoi peccati, e guarirò il suo paese." (2Cronache 7:14)

Fai tu parte del Suo popolo? Stai realizzando il profondo risveglio interiore di cui sto parlando? Stai provando una rinnovata fame di giustizia? Ti senti stufo e stanco della vacuità e della pazzia del mondo? Senti la vicinanza del Suo ritorno? Il nostro benedetto Signore ti chiama ad andare in preghiera nella cameretta segreta, per tornare ad una vita di sottomissione e purezza?

Santi, siate pronti! Mentre le chiese di larghe vedute diventano sempre più fredde ed empie – mentre i predicatori tiepidi continuano ad offrire false speranze – mentre questo vecchio mondo comincia a disgregarsi, mentre tutto intorno a noi abbiamo crimine, violenza, disoccupazione e malvagità – lo Spirito Santo invita: "Popolo mio! Confessate i vostri peccati! Umiliatevi ora! Gridate ora al Signore!"

Santi di Dio, se sentite questa stessa fiamma in voi, chiedete a Dio di farvi sentire la nausea del peccato, delle cose del mondo e del materialismo. Pregate per una nuova fame e sete della pienezza di Dio. Tornate ancora nella stanza segreta di preghiera! Non lasciatevi scappare l'occasione del prossimo grande movimento dello Spirito di Dio!

Ogni cosa che potrà essere scossa, lo sarà. Musica, morale, famiglie, chiese, scuole, università e finanche il governo!

"Ancora una volta farò tremare non solo la terra, ma anche il cielo... perché sussistano quelle cose che non sono scosse..." (Ebrei 12:27).

Prendete con voi questo messaggio entrando nella quiete del vostro luogo di preghiera – leggetelo in preghiera e lasciate che lo Spirito di Dio vi renda sensibili e vi fiacchi, ma vi unga con olio nuovo! Santo! Santo! È il nostro Dio!

"Impegnatevi a cercare la pace con tutti e la santificazione senza la quale nessuno vedrà il Signore" (Ebrei 12:14).

Download PDF