Ci sarà una depressione? | World Challenge

Ci sarà una depressione?

David WilkersonJuly 1, 1980

C'è un "panico da sopravvivenza" che sta attanagliando questa nazione. Alcuni economisti esortando gli americani ad abbandonare le città, comprare una casa o un appezzamento di terreno, fare scorta di cibi secchi e munizioni, nascondere una riserva d'oro o di diamanti, e prepararsi per una terribile depressione. Dal punto di vista economico, una terribile cappa sta proprio in questo momento ricoprendo il paese come una nuvola nera e minacciosa. La disoccupazione si va diffondendo, ed in alcune parti della nazione sta raggiungendo la stessa gravità che ebbe durante la depressione degli anni '30.

Dovunque mi rechi in viaggio, la gente mi chiede: "David, dov'è diretta la nostra nazione?" È questa la tempesta economica contro la quale mettesti in guardia, nel tuo libro "VISION" del 1973? Stiamo per avere un'altra grande depressione? Cosa senti, da parte del Signore, riguardo al problema attuale?"

Quelli che hanno letto i miei libri e le mie altre pubblicazioni sanno che ho dato avvertimenti circa un falso boom economico che sarebbe stato seguito da una grave recessione, e che queste cose sono state dette mentre tanti altri prevedevano un crollo per il 1973. Abbiamo già vissuto quel falso boom economico, ed ora c'è una recessione, che si sta diffondendo nel paese. Ricevo giornalmente richieste di persone che mi chiedono di aggiornare il messaggio del libro "THE VISION".

Lasciate che cominci subito col dirvi questo: anche se io sono uno dei primi fra quegli americani avveduti che si sono preparati per una tempesta economica, lo scopo dei miei avvertimenti era di risvegliare, in tempi difficili, la fiducia dei figli di Dio nella sua fedeltà. Il tema del mio messaggio di avvertimento è sempre stato: "Dio ha ogni cosa sotto controllo". Non ho mai suggerito che la gente debba assumersi sulle spalle il problema della sopravvivenza.

Purtroppo, troppi cristiani vivono nella paura, come se ogni cosa fosse fuori controllo. Hanno paura che un afflusso di stranieri possa creare ulteriore disoccupazione e che insieme ai profughi stranieri possano essere importate delle spie. Temono che la nazione stia per essere distrutta, spiritualmente, economicamente, moralmente. Hanno paura che l'economia crollerà, scoppierà l'anarchia e renderà le nostre città inabitabili, scarseggerà il cibo, l'inflazione andrà fuori controllo, i loro figli saranno abbandonati ad affrontare un mondo di caos totale.

Ecco qual è il mio messaggio circa le cose che stanno capitando!

La Bibbia dice: "Dio infatti ci ha dato uno spirito non di timidezza, ma di forza, d'amore e di autocontrollo" (II Timoteo 1:7).

Ci sarà presto una depressione? È questa la tempesta economica della quale ci hanno preavvisato tanti predicatori e tanti economisti? La recessione attuale si trasformerà in una depressione profonda e di lunga durata? O è solo un altro assestamento dell'economia, di breve durata?

Francamente, non lo so! E non lo sa nessun altro essere umano al mondo. Gli economisti ci forniscono delle previsioni terribilmente contrastanti fra di loro. Alcuni cosiddetti "profeti" lanciano ogni tipo di avvertimento che crea solo confusione. Lasciate che vi faccia l'elenco di alcuni dei recenti avvertimenti che sono stati mandati al mio ufficio da alcuni autoproclamati "profeti".

L'anno scorso, centinaia di cristiani preoccupati mi scrissero riguardo ad una profezia data da una profetessa sudamericana, secondo la quale la maggior parte della Florida sarebbe stata sommersa da una gigantesca ondata. Alla data indicata, molti cristiani abbandonarono la Florida, per una cosiddetta "vacanza", semplicemente nell'ipotesi che quella donna avesse ragione. La Florida è ancora con noi!

Nove mesi fa, due cari fratelli carismatici luterani lanciarono degli avvertimenti, secondo i quali un grande terremoto avrebbe colpito la zona di Chicago, i Russi sarebbero atterrati a New York ed avrebbero invaso il paese, e così via. Fui colpito dal gran numero di cristiani che rimasero colpiti da quelle cosiddette profezie. Chicago è ancora in piedi, ed i Russi non ci hanno invaso.

Un "profeta" texano mi disse che avrei dovuto avvertire il paese del fatto che Gesù sarebbe tornato, senza ombra di dubbio, il 7 aprile del 1980. Il termine fissato è scaduto e quel caro fratello sarà sicuramente indaffarato a stabilire un'altra data.

Diversi gruppi in tutta la nazione predicono che l'America sarà presto sopraffatta da diverse calamità, eccetto che in certe zone "di sicurezza". Esortano altri cristiani ad unirsi a loro in queste zone di sicurezza, per sfuggire a terremoti, carestie, attacchi di nemici in armi ed altri terribili disastri. Ovviamente, ci si aspetta che si vendano tutti i propri averi, ed il ricavato sia trasferito nelle loro zone "di sicurezza".

La cosa è resa ancora più triste dal fatto che quanto molti di quelli che predicano messaggi di questo genere sono sinceri ed in buona fede. Però, i loro messaggi sono non scritturali ed essi sono in errore sbagliando. I cristiani, oggi, non dovrebbero prestare attenzione ad alcun messaggio che generi paura e non sia controbilanciato dalla promessa di Dio di proteggere e custodire, dovunque, ed in qualsiasi momento.

Nessun essere umano, sulla terra, sa quando, come o dove Dio manderà il giudizio. I tempi e le stagioni sotto tutti nelle sue mani. Dio mi ha personalmente dato degli insegnamenti riguardo al fornire date, nomi o località. Quando disubbidisco a Dio in questa materia, mi allontano dalla vera profezia, per entrare nel campo delle speculazioni intellettuali. Tutte le vere profezie devono offrire speranza e conforto al popolo di Dio che vive per fede.

Ci sono alcune predizioni che sono il contrario della Parola di Dio. Per esempio, la California non può semplicemente "crollare ed affondare nel Pacifico". Per quanto potente possa essere un terremoto che colpisca la costa occidentale, le fondamenta sono sicure. La Bibbia dice che egli:

"Ha tracciato un cerchio sulla superficie delle acque là dove la luce confina con le tenebre" (Giobbe 26:10).

Questo mi sembra un impegno valido fino a quando la terra non si dissolverà. La Bibbia dice anche:

"Chi chiuse con porte il mare ... Allora gli dissi: Fin qui tu verrai, e non oltre" (Giobbe 38:8,11).

Dove vivete? In una zona sismica, forse vicino alla linea di rottura? In una città che potrebbe essere strangolata dallo sciopero selvaggio dei camionisti? In una zona periferica degradata che ogni giorno sembra diventare sempre più pericolosa? In un appartamento dal quale non si vede un filo d'erba o un vitello? Non hai cibo in dispensa? Non hai lingotti d'oro o monete che possano aiutarti a fronteggiare l'inflazione? Nessun orto dal quale procurarti il cibo? Nessun rifugio in campagna? Nessun posto dove nasconderti quando esploderà l'anarchia? Niente per tornare a galla, dopo il crollo dell'economia? Niente su cui vivere se dovessi perdere il lavoro? Ti senti indietro, mentre tutti quanti, intorno a te, si vanno vantando dei piani che hanno fatto per il futuro?

Non terrorizzarti! Se credi nelle promesse di protezione del nostro Signore, hai tutto ciò che ti occorre. Ogni figlio di Dio ha una ferrea assicurazione di sopravvivenza. Più leggo le parole di Gesù, più credo che egli ci richiede una fiducia infantile in lui, per tenerci al sicuro in ogni circostanza.

Il mio consiglio è di smettere di dare ascolto alle voci che lanciano avvertimenti contrari alle Scritture. "Perché Dio non è un Dio di confusione, ma di pace" (I Corinzi 14:33). Paolo rifiutò di dare date, tempi e stagioni, relativamente a profezie. "Quanto poi ai tempi e ai momenti, fratelli, non avete bisogno che ve ne scriva" (I Tessalonicesi 5:1).Paolo continua ricordando che Cristo opera "come un ladro di notte ... muovendosi inaspettatamente ... quando meno ci si pensa".

Anche Gesù ci avvertì di non entrare nel panico quando false profezie dovessero diffondersi. Egli disse: "Se dunque vi dicono: Eccolo, è nel deserto, non v'andate; eccolo, è nelle stanze interne, non lo credete" (Matteo 24:26). Cristo ci avvertì di non credere ad uomini o donne che pretendono di avere rivelazioni segrete circa il quando ed il dove Cristo stesso accenderà le luci del giudizio.

"Non avrai da temere improvvisi spaventi, né la rovina degli empi, quando verrà; perché il Signore sarà la tua sicurezza, e preserverà il tuo piede da ogni insidia" (Proverbi 3:25-26).

Non dovete dipendere da David Wilkerson, perché vi parli del futuro. Se sei un figlio di Dio, puoi ascoltare da parte sua, esattamente come io posso fare! Non dipendere da Jim Baker o da Pat Robertson e dal suo club dei 700. Non dipendere da qualcuno che tu pensi che abbia il dono di profezia, perché ti predìca il futuro.

Fui molto dispiaciuto, alcuni anni fa, quando alcuni ministri mi dissero che avevo distrutto i loro programmi di costruzione col messaggio di avvertimento contenuto in THE VISION. Uno mi scrisse dicendomi: "Il mio consiglio di chiesa ha posto il veto alla costruzione, perché hanno pensato che tu abbia predetto una depressione". Migliaia di altre persone hanno letto THE VISION e l'hanno buttato da parte con ira. Il guaio è stato che essi non hanno speso un po' di tempo per leggere il messaggio ai cristiani che era scritto in fondo al libro: "Dio ha ogni cosa sotto controllo!"

Ci sono uomini di affari, compresi banchieri ed industriali, che mi contattano da ogni parte del mondo, fin dal Giappone. Anche uomini d'affari ebrei vogliono il mio consiglio circa il futuro. Io non do consigli a nessuno! Dico ai cristiani: "Tu conosci il Signore così come lo conosco io. Va' da lui; egli non ti lascerà al buio. Ti mostrerà cosa fare, specificatamente, per i tuoi bisogni".

Ammetto che a volte mi sono sbagliato. Sono stato troppo zelante e a volte, senza accorgermene sono finito nella speculazione mentale. Nessuno dei miei libri è infallibile. Sono onestamente sinceri, ma non sono il Vangelo. Sono certo che essi contengano degli errori, e nessun cristiano dovrebbe fare piani per la sua vita e per il suo futuro sulla base di quello che io, o un altro ministro, possiamo dire. Obbedire alla parola, sì. Allo stesso tempo, però impariamo da noi stessi ad ascoltare da parte di Dio. Avere un "pastore" che dirige i vostri piani per il futuro è completamente antiscritturale e pericoloso.

Non ho nessun problema a dirvi quello che penso sta succedendo in questo momento. Non è frutto di ispirazione, non è una profezia, è solo quello che personalmente penso che potrà accadere. Oggi sono meno preoccupato, per quanto riguarda l'attuale situazione economica, di quanto non lo fossi nel 1973.Non credo che questa sia ancora la grande recessione, e l'economia potrebbe anche riprendersi entro la fine dell'anno. Potremmo vedere ancora un altro cambiamento ed un altro boom illusorio. Non lo so. Questo è solo ciò che io credo, e potrebbe anche essere completamente sbagliato. Ma se l'economia cambia di nuovo, credo che il popolo di Dio dovrebbe essere chiaramente avvertito da tutto quello che stiamo vedendo adesso, per approfittare del falso boom e mettere ogni cosa in ordine. Adesso sappiamo quanto rapidamente può venirci addosso una depressione. Non è possibile che Dio sta invitando tutti noi a renderci conto di quanto siano fragili le cose materiali e di come dobbiamo tornare indietro ai valori veri? Inoltre, se Dio scuote questo paese con una recessione più lunga e profonda, tutta questa enfasi posta sulla predicazione della prosperità e sulla fede materialistica finirà nel nulla. Quei ministri dovranno affrontare il rimprovero di migliaia di cristiani disillusi, impreparati alla sofferenza ed ai tempi difficili. In qualche modo, Dio ci costringerà a tornare all'umiltà, la semplicità e lo zelo per le missioni.

Se spendi del tempo sulle ginocchia, nella tua camera privata di preghiera, non sarai preoccupato del futuro. Dio sta facendo una cosa assolutamente meravigliosa per quelli che si sono rivolti a lui con fede semplice e con una preghiera infantile, chiedendo guida. Egli sta mandando un risveglio di guida personale. Hai bisogno di direzione proprio in questo momento? Piani per costruire? Progetti di espansione negli affari? Domande circa le tue prossime mosse? Problemi personali? Dio può e vuole dirti quello che devi fare, quando farlo e come farlo! Egli è felice di dirigere i tuoi passi. Dio dà sempre direzioni specifiche a quelli che vogliono ubbidirlo e che credono che egli è interessato ad ogni dettaglio della vita.

So che ci saranno alcuni che mi scriveranno per dirmi: "David, a chi devo credere? Ci sono troppe predizioni e profezie fra di loro contrastanti, e tutte sembrano venire da uomini e donne che appaiono molto buone. In chi dobbiamo credere?"

Dovete credere solo a quelle cose che lo Spirito Santo conferma nel vostro cuore come vere, quando le avete esaminate attraverso la Parola di Dio e la preghiera diligente. In effetti, il fatto che tanti predicano tutte quelle cose, in contrasto fra loro, sta diventando una cosa abbastanza ridicola,. È una ragione di più perché ciascun credente si metta in contatto col Signore, personalmente. Il cristiano che prega può ascoltare tutti questi avvertimenti, esaminarli uno per uno, accettare ciò che è utile e rimanere irremovibile da tutto il resto. Ogni vero messaggio che venga dal trono di Dio sarà confermato individualmente ad ogni cristiano che prega.

"Confida nel Signore con tutto il cuore e non ti appoggiare sul tuo discernimento. Riconoscilo in tutte le tue vie ed egli appianerà i tuoi sentieri" (Proverbi 3:5-6).

"Io ti istruirò e ti insegnerò la via per la quale devi camminare; io ti consiglierò e avrò gli occhi su di te" (Salmo 32:8).

"Benedirò il SIGNORE che mi consiglia; anche il mio cuore mi istruisce di notte" (Salmo 16:7).

Non importa quanto possa perdere la testa il mondo, il popolo di Dio può rimanere tranquillo e continuare ad avere gioia, perché il Signore ci ha promesso protezione speciale quando essa è più necessaria.

Durante la carestia mondiale, Dio non ebbe un piano d'emergenza per i figli d'Israele? Egli mandò avanti Giuseppe, in Egitto, lo innalzò alla carica di primo ministro, riempì i granai con frumento sufficiente ad arrivare fino alla fine della carestia, infine trasferì il suo popolo e lo stabilì in un luogo dal quale quei granai si potevano raggiungere anche a piedi e lo nutrì durante tutto il tempo dell'infuriare della carestia.

Non ebbe Dio dei piani d'emergenza per Elia? Mentre tutta la nazione giaceva sotto il colpo di un crollo economico ed il cibo era scarso a causa della grave carestia (ed un Re empio aveva messo una taglia sulla sua testa) Dio mise in opera il suo piano d'emergenza per Elia. Lo nascose vicino ad un quieto ruscello e lo nutrì tramite un uccello che gli portava il cibo. Il piano di sopravvivenza prevedeva anche un misterioso vaso di grano che non finiva mai.

Che dire di Noè? Che piano particolareggiato Dio ebbe per lui e per la sua famiglia! Un'arca che facesse galleggiare lui e la sua famiglia, al sicuro, sopra tutta la morte e la distruzione di un diluvio mondiale.

E di Lot? Dio mandò degli angeli apposta per lui, per tirarlo fuori, insieme ai suoi figli, fuori della dannata città di Sodoma. Le mani di Dio rimasero legate finché Lot non fu al sicuro, fuori della periferia della città. Fu una cosa più grave della semplice perdita di un posto di lavoro, più di un crollo economico, più della caduta di un governo: fu il totale annullamento della sua società. Ma Lot fu posto in salvo, al sicuro.

Paolo sperimentò tante e tante volte il soccorso di Dio in caso d'emergenza! Quest'apostolo subì naufragi, fu catturato dai ladri, imprigionato, accusato di tradimento, fu oggetto di un complotto d'assassini, eppure, in ogni crisi, Dio ebbe un piano d'emergenza per liberarlo Solo quando Dio decise che la sua corsa era finita, fece ricorso all'ultimo fra tutti i piani d'emergenza: lo chiamò alla resurrezione.

Anche per noi c'è un piano d'emergenza per la nostra sopravvivenza, specificatamente ideato per ciascun credente.

Non facciamoci troppe domande. Dio ci proteggerà in ogni crisi. Nessuna crisi che Satana possa scagliare contro i figli di Dio riuscirà mai a distruggerli. Nessuna depressione, carestia, perdita di impiego, malattia o altro genere di sofferenza. Dio libererà i suoi figli con mano alta e potente. Non c'è una sola ragione per avere paura.

Nel 1973 scrissi il seguente messaggio nel libro "THE VISION". Questo messaggio è tuttora attuale, così come lo era allora. È il tema dominante dei miei scritti e del mio ministero: "Dio ha ogni cosa sotto controllo!" Il messaggio della Bibbia per ogni vero credente è:

"Ma quando queste cose cominceranno ad avvenire, rialzatevi, levate il capo, perché la vostra liberazione si avvicina" (Luca 21:28).

I cuori degli uomini stanno venendo meno per la paura delle cose che succedono su questa terra. La gente fa provviste, risparmia, e si prepara per la prossima recessione mondiale. Anche i fedeli cristiani si stanno lasciando prendere da quest'ondata di paura ed ansia riguardo al futuro. La gente ha paura che la nave stia per affondare. L'umanità brama sicurezza e si sta ritrovando in una sorta di violento "accaparramento" di case, terreni, soldi ed entrate sicure.

Non fa paura tutto questo? Non è terrorizzante la realtà? Una cosa è certa: per quanto possa discernere l'occhio naturale, sembra che tutto stia andando in malora. Anche la persona più scettica della terra deve ammettere, nei suoi momenti di sincerità, che nel mondo sta prendendo piede qualcosa di apocalittico.

Insieme alle visioni di calamità, Dio mi diede uno speciale messaggio di speranza per tutti i veri credenti. Ho fatto delle urgenti domande a Dio, relativamente alle cose che vedevo arrivare. Gli ho chiesto come i cristiani avrebbero potuto fare tutto quello che dovevano, in un lasso di tempo tanto breve, mentre tanti stavano abbandonando il campo per andare a nascondersi. Come possono, i cristiani, tenere la paura fuori del cuore? Come possono affrontare tutti i nuovi bollettini e prevedere tutte quelle calamità e disastri senza avere paura per le proprie famiglie ed i propri figli? Devono forse arrendersi, abbandonare a se stesso questo vecchio mondo e lasciarlo perdere per la sua via? Devono pagare tutti i debiti, cercare di mettere un po' di soldi da parte, in banca, cercando semplicemente di farcela, sperando in tempi migliori? Devono comprare una fattoria o qualche appezzamento di terra, e fuggire in campagna, sperando di sfuggire alle imminenti tragedie? Devono abbandonare tutte le loro aspirazioni ed arrendersi alla paura? Devono abbandonare i loro sogni e le loro ambizioni, per diventare degli eremiti, alla ricerca della verità?

Caro amico, ascolta quello che lo Spirito Santo mi ha detto. Solo sei piccole parole, ma tanto potenti, da avere risvegliato in me speranza e fede nuove e meravigliose. Quelle sei parole sono: Dio ha ogni cosa sotto controllo.

Questa è la verità: ogni cosa è sotto controllo! Tu ed io, e tutto ciò che ci tocca, siamo sotto controllo. È vero! Non importa come appaiano le cose in questo pazzo mondo, tutto sta ancora cooperando al bene di quelli che amano Dio e sono chiamati secondo il suo proponimento (v. Romani 8:28).

Lasciate che il dollaro vada giù. Vengano la depressione o la recessione, con la disoccupazione e la paura. Arrivino inquinamento ed inflazione. Ci siano guerre e rumori di guerra. Vada in malora il tessuto sociale. L'umanità veda sull'orlo del disastro. Pr i veri figli di Dio, ogni cosa è sotto controllo! In effetti, non fa molta differenza: niente può colpire quelli che abitano il rifugio delle sue ali onnipotenti. L'ombra dell'Onnipotente è più grande di qualsiasi nuvola di paura che quest'epoca possa partorire. I figli di Dio non devono temere alcun male. I suoi figli non dovranno mai chiedere il pane in elemosina, ed egli provvederà ad ogni loro bisogno, fino all'ultimo minuto.

Dio non ha promesso di tenere immuni i suoi figli dalla sofferenza. Non ha promesso che non dovremo mai affrontare l'ora del bisogno. Non abbiamo alcuna promessa di pace mondiale, tranquillità, sicurezza, pace finanziaria perdurante. Abbiamo le promesse di pace e sicurezza dell'anima e della mente, la provvidenza soprannaturale per ogni vero bisogno, e la sicurezza che non dovremo mai chiedere il pane in elemosina. Piuttosto, Dio vuole che tutti noi raggiungiamo la condizione di Paolo, quando diceva:

"Ma avendo di che nutrirci e di che coprirci, saremo di questo contenti" (I Timoteo 6:8).

Il futuro appare fosco e foriero di male. Ma Davide disse nei salmi: "Io non temerò alcun male" (Salmo 23:4). Questo è il messaggio di oggi per ogni credente. Anche il futuro è sotto il suo controllo, e dunque non dobbiamo avere paura. Dio ha già programmato ogni cosa. Egli conosce il preciso momento in cui Cristo tornerà. La tribolazione finale, il giudizio, la battaglia di Armageddon sono tutti eventi in calendario. L'Iddio che controlla i cieli e la terra disse:

"Ecco, le nazioni sono come una goccia che cade da un secchio, come la polvere minuta delle bilance ... tutte le nazioni sono come nulla davanti a lui ... meno che nulla" (Isaia 40:15,17).

Dio vuole che continuiamo a lavorare, fino al ritorno di Cristo. Ciò vuol dire solo che dobbiamo lavorare come se la fine non dovesse venir mai, e vivere come se essa dovesse arrivare domani.

Dio sta ancora contando i capelli del tuo capo. Sta continuando a contare i passeri che cadono. Sta ancora continuando ad esaudire le preghiere, prima che esse vengano formulate. Sta ancora elargendo con abbondanza più di quanto possiamo domandare o pensare. Allora, perché avere paura?

Cristiani pronti, svegliatevi! Ogni cosa è sotto controllo, e Dio è all'opera! Egli sta salvando, guarendo, battezzando, e mettendo ordine nella sua casa. La paura è una bestemmia. Noi riceviamo il comando di incoraggiarci nel Signore e di cominciare a cantare e rallegrarci, quando vediamo avvicinarsi l'ora finale. Sento qualcuno che domanda: "Ma come posso rallegrarmi, mentre vedo tutto questo vecchio mondo, maledetto per il peccato, che va in malora?". La mia è la risposta della Bibbia:

"Sappiamo infatti che fino a ora tutta la creazione geme ed è in travaglio, ... aspettando la redenzione" (Romani 8:22,23).

Una donna in travaglio può forse gridare per il dolore; eppure, nel suo cuore, si rallegra per il fatto della nuova nascita.

Il regno di Dio sta venendo. Il regno di Satana sta crollando. Quindi, i cristiani possono dire fiduciosamente: Dio ha ogni cosa sotto controllo!

Download PDF