QUANDO DIO SE NE VA | World Challenge

QUANDO DIO SE NE VA

David WilkersonNovember 18, 1991

Ho sovente udito delle persone dire: “Dio non abbandonerà mai l’America. Ci sono troppi Cristiani che pregano in questo Paese! La nostra vittoria nella guerra con l’Iraq è la prova che Dio è ancora con noi. Siamo una nazione cristiana, la pupilla dell’occhio di Dio. Le missioni mondiali dipendono da noi. Siamo sempre stati una grande nazione e il Signore ci benedirà finché esisteremo”.

Ma questo è esattamente ciò che disse Israele al culmine della sua apostasia! Tutti i suoi falsi profeti proclamavano: “Dio non lascerà mai la terra che ha scelto - Egli ama troppo Gerusalemme. Non può abbandonarci in virtù del Suo patto. Inoltre, il tempio è a Gerusalemme ed è qui che dimora Jehovah. Il mondo dipende dalla Luce e la Luce è in Israele. Noi siamo al sicuro – nulla ci può accadere!”

Poi giunse il profeta Osea, che gridò, per conto del Signore: “Guai a loro quando li abbandonerò!” (Osea 9:12). “Per la malvagità delle loro azioni io li caccerò dalla mia casa; non li amerò più” (Osea 9:15).    

Questa terribile profezia di Osea sembrava ridicola ai suoi concittadini. Essi gli dicevano: “Profeta, faresti meglio a guardarti attorno. Dici che il giudizio è alle porte. Ma dicci - dov’è la prova che Dio sta per abbandonarci? La nostra nazione non sta collassando. Siamo ancora un Paese prospero e potente. Il nostro esercito è ancora forte – non ci sono nemici alle porte. Abbiamo dei problemi, piccole sacche di tumulti. Ma siamo sopravvissuti a ogni altra crisi e supereremo anche queste. Non vi è segno che Dio stia per lasciarci!”

Osea rispose agli scettici: “E’ vero che, fino ad ora, le cose sono state piacevoli per voi”. “Io, allungando lo sguardo fino a Tiro, vedo Efraim piantato in luogo gradevole” (Osea 9:13) (Efraim indica quelle dieci tribù che non appartenevano a Giuda). Osea stava dicendo: “Siete stati prosperi come Tiro, la grande città costruita su una roccia, circondata di acque e quasi inespugnabile. Trattate con mercanti di tutto il mondo e siete diventati una delle società più prospere e ricche della storia. Apparentemente siete come Tiro.

Ma c’è qualcosa che non vedete! Anche ora, al culmine del vostro potere militare e finanziario, vi sono segni attorno a voi dell’abbandono prossimo da parte di Dio! Voi attribuite al fato tutti i vostri tumulti, dite che queste sacche di agitazioni sono un caso e che si supereranno. Ma state perdendo il senso di ciò che Dio tenta di dirvi: Questi segni sono sorti tra voi perché Dio vi sta abbandonando! Dite che non dovrete soffrire come le altre nazioni – ma siete ciechi! Le cose stanno andando fuori controllo perché è giunto per voi il giorno della resa dei conti!

“I giorni della punizione vengono; vengono i giorni della retribuzione” (Osea 9:7)

Osea stentava a credere alla cecità del popolo di Dio. Essi non vedevano altro che tempi rosei in avvenire. Credevano di essere in grado di superare, con le loro forze, ogni difficile prova. Ma ovunque il profeta si volgesse, vedeva segni della disapprovazione di Dio – e la sua partenza! Non riusciva a capire perché ii popolo di Dio non si svegliasse, perché nessuno si scuotesse.

“I giorni della punizione vengono…Israele lo saprà” (Osea 9:7). Osea stava dicendo: “Fino ad ora non avete saputo di essere sotto il giudizio. Ma Dio dice: ‘Mi muoverò con grandi giudizi così improvvisamente e rapidamente che riconoscerete che ci sono io dietro tali giudizi!’”

Allo stesso modo oggi, i giudizi di Dio cadranno sull’America così velocemente e potentemente da capire che non possono provenire da altri se non da Dio. Ogni profeta che abbia predicato pace e prosperità e abbia cullato una nazione peccatrice per farla dormire sarà presto scoperto.

Questa nazione saprà che è giunto il tempo di pagare! Sarà il giorno di paga per essersi beffati di Dio allontanandolo dalle nostre scuole e dal governo… per l’uccisione di milioni di bambini… per aver fatto di Gesù Cristo l’oggetto di blasfemia… per assassinii, lussuria, crimini, violenza e pornografia!

Proprio ora, pochi credono che i guai dell’America siano inviati da Dio. Ma aspettate – presto ci troveremo nella stessa situazione d’Israele: il giorno della ricompensa! Che cosa ci fa pensare che Dio abbia giudicato ogni società del passato quando raggiungeva questo punto – e noi che, in qualche modo, siamo ancora più malvagi di loro, sfuggiremo al giudizio? Perché, pensiamo che, in quanto  Americani, non soffriremo come le altre nazioni? Crediamo veramente che il nostro Paese possa continuare a essere sempre più violento, malvagio e senza Dio senza doverne mai rendere conto?

Quale sarà l’ultimo schiaffo sul volto di Dio? Che cosa gli farà dire: “Basta!” Non è stato sufficiente aver promulgato leggi che bandiscono Dio dalla nostra società, proclamare ora ateismo e umanesimo, aver ucciso 25/30 milioni di bambini? Quale affronto nazionale, quale beffa, quale pugno agitato contro Dio sarà la goccia che farà traboccare il vaso?

Credo che quel giorno sia già giunto in America – che Dio abbia già ricevuto l’ultimo schiaffo – e il cielo non ne possa più!

Ma, come ho detto prima, abbiamo profeti nel nostro Paese oggi che dicono che Dio ci ha promesso di non abbandonarci  mai. Nelle conferenze in tutta l’America si possono udire uomini famosi dire: “Non ascoltate il Sig. Wilkerson e quei profeti del giorno del giudizio. Volgetevi invece a Isaia 54 e ascoltate le belle parole per l’America!” Poi citeranno questi versi:

“Non temere, perché tu non sarai più confusa; non avere vergogna, perché non dovrai più arrossire ... Poiché il tuo creatore è il tuo sposo… Per un breve istante io ti ho abbandonata, ma con immensa compassione io ti raccoglierò… In un accesso d’ira, ti ho per un momento nascosto la mia faccia, ma con un amore eterno io avrò pietà di te, dice il Signore, il tuo salvatore”. Questi sono i versetti che essi useranno per garantire che l’America non può cadere sotto il giudizio: “Poiché, come giurai che le acque di Noè non si sarebbero più sparse sopra la terra, così io giuro di non irritarmi più contro di te, di non minacciarti più…L’amore mio non si allontanerà da te, né il mio patto di pace sarà rimosso, dice il Signore che ha pietà di te” (Isaia 54:4-10).

Questa promessa è veramente splendida! Ma ciò che questi moderni predicatori mancano di dire è che la promessa è riservata solo a coloro che sono istruiti dal Signore, che sono “stabiliti fermamente mediante la giustizia” – secondo lo stesso capitolo del libro di Isaia! La promessa non è per l’America – è per i vincitori: “Questa è l’eredità dei servi del Signore” (Isaia 54:17).

Il Signore non abbandonerà mai i Suoi amati; la Sua misericordia non lascerà mai chi si aggrappa a Lui. Ma queste profezie non hanno nulla a che vedere con un Dio che risparmia la peccatrice America. Le sventure di Osea sono dirette a un Paese che “è andato a rotoli”, lontano dal suo Dio! Ti chiedo - “L’America è diventata una prostituta?” Sì - perché abbiamo percorso la stessa strada di apostasia di Israele!

Osea evidenzia quattro segni che Dio ha mostrato a Israele per rivelargli che lo stava abbandonando:

Segno numero 1: il popolo si dà alla malvagità e al peccato

“Essi si sono profondamente corrotti… si appartarono per darsi alla vergogna e divennero abominevoli come la cosa che amavano” (Osea 9:9-10). Le perversioni sessuali – abominazioni vergognose – si erano diffuse in tutto Israele, corrompendo anche coloro che un tempo erano giusti. “Essi si sono profondamente corrotti come ai giorni di Ghilbea” (Osea 9:9).

Chi può dimenticare quanto accadde a Ghilbea? Era una piccola città di Beniamino ove una banda di uomini bisessuali, pieni di lussuria, violentarono la concubina di un Levita di passaggio – perché non avevano potuto avere il sacerdote! La violentarono tutta la notte e la lasciarono a morire sulla porta di casa.

Quando Israele scoprì tale orrore, si mosse contro Beniamino. Israele disse agli abitanti di Beniamino: “Consegnateci solo gli omosessuali. Tratteremo noi con gli uomini che hanno passato la notte abusando di quella concubina. Deve esserci una punizione. La nostra nazione non può lasciar correre – è una cosa troppo grave!”

Ma Ghilbea era radicata nel suo peccato e restava tranquilla – gli autori della violenza sapevano che la loro società li avrebbe riaccolti. E avevano ragione! Tutto il Paese di Beniamino si levò e disse: “No, avevano il diritto di comportarsi come hanno fatto”.  Così Israele affrontò Beniamino in battaglia e 25.000 forti uomini di Beniamino e 100 di Ghlibea morirono. Non morirono per la giustizia - ma per il diritto di Ghilbea alla perversione sessuale!

Riesci a immaginare una società così profondamente corrotta da mandare gli uomini a morire per il diritto di essere indulgenti nei confronti di pratiche sessuali, fino ad arrivare a una violenza pubblica? Più di 25.000 uomini morirono per proteggere i diritti omosessuali di Ghilbea!

Osea ci dice oggi: “Guai a voi! Dio se ne sta andando perché vi siete profondamente corrotti a causa della lussuria, come gli abitanti di Ghilbea”. Questa è la peggiore forma di corruzione dell’America oggi – siamo diventati una moderna Ghilbea! E, pertanto, Dio dice che visiterà i nostri peccati!

Sto diventando molto coraggioso nel condividere quello che il Signore mette sul mio cuore. Voglio parlarti delle pratiche sessuali deviate in America. Non intendo riferirmi a quelle degli omosessuali di San Francisco o del Greenwich Village. Non mi riferisco neanche ai tremendi omicidi sessuali di Jeffrey Dahmer, che uccise e cannibalizzò alcuni suoi partner omosessuali. No, questi peccatori non sono quelli che spezzano più il cuore di Dio; essi sono già stati abbandonati ai loro peccati

Il cuore di Dio è gravato da qualcosa di più malvagio:

Egli è gravato dall’improvviso crollo morale di quelli che si definiscono Cristiani! In milioni di case cristiane, cosiddette normali, persone sante si siedono davanti alla TV o a un computer e si abbeverano con film vergognosi, sporchi!

Credo di parlare a centinaia di migliaia di Cristiani. E lo Spirito Santo ha parlato al mio cuore perché io sia la voce che ti mette in guardia dal pericolo che ti sta di fronte. Dio mi ha detto di prendere questa posizione prima che sia troppo tardi per molti!   

Osea ci dice oggi: “Wow! Dio vi sta lasciando perché siete profondamente corrotti dalla lussuria, come gli abitanti di Ghilbea”. Questa è la principale forma di corruzione dell’America di oggi: siamo diventati una moderna Ghilbea! E, pertanto, Dio dice che visiterà i nostri peccati!

Sto diventando molto coraggioso nel parlare di ciò che Dio ha posto sul mio cuore. Voglio parlarvi delle pratiche sessuali devianti dell’America. Non intendo quelle degli omosessuali di San Francisco o Greenwich Village. Non intendo gli orrendi omicidi sessuali di Jeffrey Dahmer, che uccise e cannibalizzò alcuni dei suoi partner omosessuali. No, questi peccatori non sono coloro che spezzano maggiormente il cuore di Dio; essi hanno ceduto ai loro peccati.

Il cuore di Dio è oppresso da qualcosa ancora peggiore di tutto ciò:

E’ oppresso dall’improvviso collasso morale di coloro che si definiscono Cristiani! In milioni di famiglie cristiane, cosiddette normali, le persone si siedono davanti alla TV o ad un computer e si dissetano con film osceni, vergognosi, vietati ai minori!   

Credo di parlare a centinaia di migliaia di Cristiani. E lo Spirito Santo parlò al mio cuore dicendo che potrei essere l’unica voce che ti mette in guardia dal pericolo che stai affrontando. Dio mi disse di prendere questa posizione prima che fosse troppo tardi per tanti!

I canali televisivi e le TV via cavo competono ora nel trasmettere i film più osceni e pieni di perversioni nelle case degli americani. Un numero imprecisato di “Cristiani credenti” visiona ora questa lordura! Hanno portato la menzogna di psicologi che dicono che i “Cristiani maturi” non sono influenzati dalla visione di pornografia. Alle coppie cristiane viene detto: “La pornografia non può urtare i coniugi adulti. Anzi, rafforza il loro matrimonio. Porta un nuovo entusiasmo”. Alcuni dicono persino che questi film sono una valvola di sfogo, che permette all’energia sessuale di liberarsi, diversamente potrebbe accadere che un partner si rivolga a qualcuno al di fuori del matrimonio. Questa bugia è espressa anche da ministri dell’Evangelo!

Ogni notte e giorno, in questa nazione, ci sono Cristiani che un tempo non pensavano neanche di abbandonarsi a questo tipo di cose – sadismo, giochi violenti, esperimenti selvaggi. Giustificano il loro comportamento alterando quanto dicono le Scritture: “il letto coniugale non sia macchiato da infedeltà” (Eb 13:4). Essi alterano il senso fino a intendere: “Ogni cosa è lecita tra marito e moglie”.

Caro santo, questa è una menzogna che proviene dall’inferno! La pornografia non è una cosa innocente – è pericolosa e distruttiva! Apre la tua casa a ogni tipo di attacco demoniaco!

La moglie di un ministro pentecostale vide con orrore come il desiderio di pornografia distruggesse suo marito e lo trasformasse in un uomo che non conosceva più. Egli iniziò a portare a casa film pornografici, rimanendo ore nel suo studio a guardarli, uno dopo l’altro e assorbendo tutta quella sporcizia. Divenne rapidamente dipendente dalla pornografia. La loro relazione iniziò a peggiorare. La moglie era in grado di vedere le influenze demoniache entrare nel cuore del marito.

A volte, egli insisteva che la moglie guardasse con lui quei film - e che introducessero nel loro matrimonio gli stessi atti sessuali dei film. Diceva che se la moglie non acconsentiva l’avrebbe lasciata.

La donna non voleva che il suo matrimonio naufragasse - e così guardava quei film assieme a lui. Mi disse: “Signor Wilkerson, all’inizio ero imbarazzata. Ma nell’arco di due o tre settimane, il mio cuore si sentiva attratto. La pornografia si stava impossessando di me”.

“Una volta, stavo guardando un film porno quando improvvisamente realizzai che ci eravamo aperti alla possessione demoniaca. Stavamo tentando di replicare le scene del film nella nostra vita e l’inferno stava venendo nei nostri cuori! So che le persone che recitano in quei film sono figli del diavolo – e noi stavamo facendo le stesse cose! Scappai via e caddi in ginocchio pentendomi – e Dio mi cambiò! Dissi a mio marito che non potevo più continuare così!”

Suo marito la lasciò. Si dimise dal ministero e si diede alla disperazione. Si spense fisicamente e spiritualmente e, nell’arco di un anno, era un uomo completamente diverso.

Ma sua moglie non lo abbandonò. Pregava per lui - e le sue preghiere prevalsero. Dio liberò quell’uomo! Oggi sono entrambi completamente ristabiliti. Il marito sta progettando di tornare nel ministero e la sua unzione è tornata. Un uomo buono è stato ristabilito e la sua casa è stata ripulita.

Questa famiglia può dirvi qualcosa della fortezza infernale della pornografia su una casa cristiana. Può dirvi che gli adolescenti vanno all’inferno perché i loro genitori hanno corrotto le loro menti! Mamma e papà si svegliano la mattina e le loro menti rievocano le scene di lussuria, si siedono a tavola a pranzo ripensandoci, vanno a letto la sera con la mente rivolta a quelle scene e, proprio ora, mentre scrivo di questo, in qualche casa cristiana americana si ripetono atti osceni e si reinterpretano quelli che sono atti usciti direttamente dall’inferno!     

Penso di parlare come un oracolo di Dio a molte persone. Questa vergogna ha invaso la tua vita e la tua casa e forse sei accecato dal suo potere. Se ha preso possesso di te, ti distruggerà - e Dio ti abbandonerà! Quando persone che un tempo erano “separate per Dio” si corrompono così profondamente, diventano “devote alla vergognosa lussuria” e Dio deve allontanarsi. Deve richiedere un giorno di ricompensa! Dio non poté tollerare la profonda corruzione di Israele e non la tollererà oggi. Grida a lui per essere liberato!

Se stai leggendo queste parole e sei, in qualche modo, preda della pornografia, corri a Dio - proprio ora! Inginocchiati, caro fratello, cara sorella o pastore - perché il diavolo ha il tuo cuore e lo Spirito Santo si è allontanato da te!

Fino a questo punto, lo Spirito Santo è stato “Colui che trattiene, frena” nella nostra società. Ha rinviato il Suo giudizio perché siamo stati un popolo che pregava. Ma quando Dio se ne va, se ne vanno anche il Suo favore e il Suo potere di trattenere.

Riesci a immaginare come diventerebbe l’America, completamente dedita al peccato, nel momento in cui Dio ci abbandonasse? Se restiamo così posseduti dal peccato ora che Egli è vicino, chiedendo con noi perdono per il peccato, che cosa succederà quando ci lascerà? Che cosa accadrà quando “Colui che trattiene, frena”  se ne sarà andato? Quanti Cristiani saranno sopraffatti?

Segno numero due: Un tumulto si leverà in mezzo al tuo popolo (Osea 10:14) 

“Voi avete arato la malvagità, avete mietuto l’iniquità… perciò un tumulto si leverà in mezzo al tuo popolo, e tutte le tue fortezze saranno distrutte” (Osea 10:13-14).

Un tumulto è una sommossa nel Paese – una rivolta chiassosa e tumultuosa. Significa anche “incitamento del popolo alla rivolta e al disordine”. I tumulti sono rappresentati da ciò che sta accadendo in Russia, Irlanda, Sudafrica e Albania. Dio ha inviato i tumulti per far levare le masse! Perché si stanno verificando tutti questi tumulti nelle nazioni? “Voi avete arato la malvagità, avete mietuto l’iniquità, avete mangiato il frutto della menzogna… perciò un tumulto si leverà in mezzo al tuo popolo” (Osea 10:13-14).

Dio non aveva bisogno dei nostri sofisticati bombardieri o delle nostre forze militari per abbattere l’Unione Sovietica. Tutto ciò di cui aveva bisogno sono alcuni tumulti all’interno dei confini del Paese.  E ora è il turno dell’America! Vedremo tumulti scatenarsi in tutto il Paese. Riesci già a vedere i segni della stirpe emergente e delle rivolte economiche?

Quando una nazione cammina nel timore di Dio e fa ciò che è giusto ai suoi occhi, Dio porta pace nei suoi confini. Davide disse: “(Dio) con il suo vigore rese saldi… placa il fragore dei  mari, il fragore dei loro flutti e il tumulto dei popoli” (Salmo 65:6-7).

Ma quando Dio se ne va e alza le mani, tutto l’inferno si scatena. Il nemico dell’America non sarà la Russia, né la Cina o le armi nucleari - bensì la violenza entro i suoi confini! I prossimi eventi sul calendario dell’America saranno le sommosse tra il popolo. Ci saranno ebrei contro neri, neri contro coreani, americani contro giapponesi, bianchi contro neri.

Non sto parlando di una visione che ho avuto. Sto semplicemente predicando ciò che le Scritture insegnano chiaramente in Osea. E dicono: “un tumulto si leverà in mezzo al tuo popolo”. Ed è un segno che Dio ha alzato le mani e che sta abbandonando la nazione!

Geremia conferma che i tumulti sono un segno dell’ira di Dio e della sua ritirata. Egli disse di Israele che era ricaduto nei vizi: “Al rumore di un gran tumulto, egli vi appicca il fuoco… Il Signore degli eserciti che ti aveva piantato pronunzia del male contro di te, a causa della malvagità commessa a loro danno dalla casa d’Israele quando hanno provocato la mia ira” (Geremia 11:16-17).

Zaccaria pronuncia la stessa profezia. Dio terrà al sicuro in sé il Suo popolo, ma chi si oppone a Dio subirà quanto segue: “In quel giorno (cioè i nostri tempi) vi sarà in mezzo a loro un gran tumulto prodotto dal Signore; ciascuno di loro afferrerà la mano dell’altro, e la mano dell’uno si alzerà contro la mano dell’altro (Zaccaria 14:13).

Dio sta dicendo: “Quando il mio giudizio verrà su di voi, ciascuno afferrerà la mano del vicino“. Dopo aver ascoltato le notizie degli ultimi sei mesi, non ti suona familiare tutto ciò? Potrai dimenticare i terribili fatti di Watts degli anni sessanta. Non sono nulla se paragonati a quello che dovremo affrontare a breve.

Caro, Dio può togliere la Sua mano in qualsiasi momento! Attualmente l’America è teatro di rivolte e tumulti, più di quanto nessun Paese abbia mai sperimentato. Scuotiamo la testa meravigliati per quello che accade in Russia, con tutti i suoi disordini interni. Ma presto la Russia e il mondo scuoteranno la testa increduli di fronte ai tumulti razziali e finanziari che si verificheranno in America!

Segno numero tre: “Dovrà condurre i suoi figli a colui che li ucciderà” (Osea 9:13)

“Io, allungando lo sguardo fino a Tiro, vedo Efraim piantato in luogo gradevole; ma Efraim dovrà condurre i suoi figli a colui che li ucciderà” (Osea 9:13).

È una profezia shoccante. Nello stesso versetto in cui Osea riconosce la prosperità d’Israele, dice che i suoi figli saranno condotti a colui che li ucciderà!

Oggi, non solo i nostri figli saranno condotti a colui che li ucciderà, ma i loro genitori stanno diventando i loro assassini. Molestano, abusano e uccidono i loro stessi figli. Ascolta questa storia tratta dal New York Daily News:

“Ieri una coppia del Bronx fu arrestata con l’accusa di tentato omicidio e abusi, dopo che la polizia aveva scoperto la loro figlia di otto anni accucciata in un ripostiglio, coperta di lividi, cicatrici e bruciature dovute ad anni di torture. La bambina era stata ammanettata, secondo quanto si dice, a un tubo del bagno, rimproverata e ustionata come punizione per aver tentato di nascondere dei pezzi di cibo. ‘Ha ustioni estese al 95% del corpo, sembrava la morte che cammina’ disse il poliziotto Scott Wagner”.

“La polizia ha scoperto la ragazzina in un ripostiglio ove la nonna di 71 anni, Edith Carter, l’aveva nascosta prima di far entrare gli agenti. “E’ il peggior caso di abuso che si sia mai visto su un bambino vivente” ha detto il sergente John Ruiz”.

“Edith Carter disse che sua nipote non andava a scuola da due anni. Disse anche che sua figlia picchiava la bambina da cinque anni. Gli arnesi usati per picchiare la ragazzina erano una pala – ha detto Ruiz – manette, cinture e cinghie per legarla nel bagno e nel ripostiglio”.

“Carter disse che, a volte, la punizione per aver rubato del cibo era appoggiare le mani della bambina sulla stufa accesa. Altre volte, la punizione consisteva nell’ammanettare la ragazzina a un tubo del bagno”. “Talora si addormentava legata al tubo, stanca di stare in piedi” disse Carter.

Ti chiedo - ciò che accadde a Ghilbea fu peggiore di questo? Madri e padri presentati come celebrità che dicono di essere stati violentati nella loro infanzia dalla madre. Come si fa a crederci? Eppure, prima che ci trasferissimo a New York, i nostri cuori si erano spezzati a causa di tutti i casi di incesto che avevamo trattato nelle colline del Texas orientale. Mia figlia scoprì una ragazzina che ogni zio, nonno e uomo dei dintorni aveva violentato. Era così ferita che non riuscii a trattare questo caso! Facemmo cadere su quei genitori la furia della legge.

Ragazzi del ghetto sono stati distrutti sotto i nostri occhi - da droghe, alcool, trafficanti posseduti da demoni e bande. Si stanno attualmente sviluppando, nelle maggiori città, case che danno ospitalità; i teenager che vi abitano hanno armi, coltelli e altri strumenti per proteggere se stessi. In questi edifici non c’è quasi alloggio in cui non si sia perso un ragazzo o un familiare dei residenti. Questi ragazzi sono vittime di omicidi o diventano essi stessi assassini!

Recentemente, due ragazzi rubarono in un negozio di scarpe a Dallas, scappando con le braccia cariche di scarpe da ginnastica. Semplicemente, dovevano avere quel particolare tipo di scarpe che questa avida nazione dice che i ragazzi devono portare (costano più di 100 $ al paio!). Un passante tentò di fermarli, togliendo le chiavi dall’auto dei ragazzi e uno dei due ladri estrasse un’arma e colpì l’uomo a sangue freddo.  Quel ragazzo aveva 14 anni.

Ti chiedo: “Che cosa ne sarà del nostro Paese quando Dio alzerà definitivamente le mani? Noi cantiamo: “Dio benedica l’America” mentre il giudizio bussa alla porta. E non vogliamo ascoltare! Puoi ridurre al silenzio questo messaggio, lasciarlo cadere e dimenticare ogni parola che ho detto. Ma ti esorto, se non puoi liberartene, controlla almeno ciò che abitualmente guardi alla TV, perché la televisione ha causato i mali di cui sto parlando!

Mosè fu avvisato delle gravi conseguenze della maledizione di Dio sulle nazioni che lo abbandonavano: “Maledetto sarà il frutto del tuo seno” (Deuteronomio 28:18). Isaia avvertì che Dio avrebbe punito “il mondo per la sua malvagità… Chiunque sarà trovato sarà trafitto… I loro bimbi saranno schiacciati davanti ai loro occhi” (Isaia 13:11, 15-16). Ti dico che i nostri figli saranno fatti a pezzi nei notiziari, sui giornali – proprio di fronte ai nostri occhi!

C’è un altro segno che Dio ci dà - ed è un segno che interessa ogni vero credente. Grazie a Dio, ci dà una speranza:

Segno numero quattro: “In mezzo alla confusione, Dio avrà un popolo che lo cerca per un’effusione di giustizia” (Osea 10:12)

Ecco il segno: in mezzo a tutto questo caos, Dio avrà un popolo di persone che diventeranno sempre più sante, pure e giuste. Invocheranno il Suo nome e Dio farà piovere la Sua giustizia su di loro.

Penso che questo sia uno dei più bei versetti di tutto il libro di Osea: “Seminate secondo giustizia e farete una raccolta di misericordia; dissodatevi un campo nuovo, perché è tempo di cercare il Signore, finché egli non venga, e non spanda su di voi la pioggia della giustizia” (Osea 10:12). Sì, Dio ci sta visitando oggi con il Suo giudizio e la Sua ira. Ma oggi è anche il giorno di cercare Dio per una maggiore effusione della Sua giustizia!

Osea faceva da eco al grido del cuore di Dio. Il Signore grida a chiunque lo cerchi: “Sì, c’è vergogna, c’è perdita di senso morale ovunque. Sono veramente tempi malvagi. Ma se mi cercherai in questo giorno, io spargerò su di te la mia meravigliosa santità. In mezzo alla vergogna, desidero un popolo che anela alla purezza. E io la spargerò su di te, se tu mi cercherai”.

Ai tempi di Osea, questo grido giungeva a orecchi sordi. Non c’è prova che nemmeno un piccolo gruppo facesse attenzione al grido del profeta. Non c’era pioggia di giustizia, perché nessuno diceva: “Io cercherò il Signore in questi giorni vergognosi!”

Ma oggi Dio ha una santa rimanenza in America! E dice: “Mi devi cercare fino a quando non verrò e farò piovere su di te la giustizia. Non saranno poche gocce, sto per inondarti!”  

Il termine “pioggia”, qui usato, in Ebraico significa “pioggerellina fitta, diretta come una freccia”. Dio scaglierà la sua freccia di giustizia sul mondo per creare fame e sete in noi. E la farà cadere su chi si volgerà al Signore con un cuore che lo cerca.

La “pioggerellina fitta” significa anche che non colpirà tutti. No, non cadrà su tutta la chiesa. Se stai pensando a un risveglio nazionale o internazionale della chiesa mondiale, puoi dimenticarlo. La pioggia di Dio sarà una pioggia localizzata. Cadrà ovunque Dio trovi persone veramente affamate e assetate di Gesù, che sono nauseate e stanche dei loro peccati, che si levano e dicono: “Quanto a me e alla mia casa, noi serviremo il Signore. Lo cercheremo e non vi saranno demoni in questa casa!”

Caro, l’effusione della giustizia che cerchiamo non è un segno o un miracolo. Grazie a Dio il Mar Rosso si aprì e Israele passò sulla terra asciutta - ma questo non impressionò Israele. Il popolo dimenticò rapidamente e ricadde nei suoi peccati, nonostante questo prodigioso fatto. Grazie a Dio le mura di Gerico crollarono - ma poi Israele ricadde nella corruzione. Grazie a Dio Lazzaro fu resuscitato dai morti - ma presto i Giudei cercarono di uccidere sia lui che Gesù!

Miracoli e prodigi non hanno mai lasciato un segno duraturo. La sola cosa che possa impressionare una società malvagia è una pioggia di giustizia e un risveglio di santità tra il popolo di Dio.

Vedi, persone che camminano irreprensibili e pure in una generazione corrotta brillano come luci. Irradiano luce nelle tenebre, ripiene di Gesù, sante, giuste e pure. Sono integre, senza marchio. “Chiedete al Signore la pioggia nella stagione della primavera! Il Signore che produce i lampi, darà loro abbondanza di pioggia, a ciascuno erba nel proprio campo” (Zaccaria 10:1).

Dio si presentò ad Amos e gli disse: “Dì al popolo che sono stanco delle loro sciocche feste e dello sventolio delle loro bandiere. Sono nauseato dalle loro solenni assemblee. Sto cercando ora un popolo che guarderà a me per ricevere un’effusione di giustizia”. “Scorra piuttosto il diritto come acqua e la giustizia come un torrente perenne!” (vedere Amos 5:21-24). Il torrente perenne della giustizia di Dio scorrerà attraverso stretti canali - solo attraverso chi desidera Dio! Cercando il Signore per scrivere questo messaggio, tremavo per il timore di Dio. Pregai: “Signore, mostrami il vero segreto che c’è in chi vive una vita santa e pura. Che cosa rende queste persone capaci di superare il loro peccato, la loro cupidigia e camminare con giustizia assieme a te, anno dopo anno? Che cos’è che, mentre il mondo sta andando all’inferno, le fa brillare sempre più?

La risposta è stata: “Uomini santi e donne sante che camminano nella giustizia e condividono lo stesso timore di Dio”. Hanno più che una visione della Sua grazia e del Suo amore. Conoscono il timore della Sua santità, sanno che nessun male potrà resistere alla Sua presenza!

“C’è una grande sicurezza nel timore del Signore… Il timore del Signore è fonte di vita e fa evitare le insidie della morte” (Proverbi 14:26-27). “Con il timore del Signore si evita il male” (Proverbi 16:6). “Ma non c’è bene per l’empio ed egli non prolungherà i suoi giorni… perché non prova timore in presenza di Dio” (Ecclesiaste 8:13). “Santificate il Signore degli eserciti! Sia lui quello per cui provate timore e paura!” (Isaia 8:13).

Chi prosegue ciecamente nel peccato si è temprato al timore di Dio. Isaia chiede: “Signore, perché ci fai peregrinare lontano dalle tue vie e rendi duro il nostro cuore perché non ti tema?” (Isaia 63:17). Dio rispose: “Poiché hai amato il tuo peccato, io ho chiuso con te. Non hai voluto essere liberato, non hai voluto il timore di me. Perciò ho chiuso il tuo cuore ad esso”.

Geremia disse: “Pecchi perché il timore di Dio non è in te!” “La tua malvagità è quella che ti castiga; le tue infedeltà sono la tua punizione. Sappi dunque e vedi che cattiva e amara cosa è abbandonare il Signore, il tuo Dio e il non aver di me nessun timore” (Geremia 2:19). Il profeta sta dicendo: “Il tuo peccato è una cosa terribile e sgradevole - e io ti distruggerò perché il timore di  me non è nel tuo cuore”.

Caro santo, prego che Dio metta il timore di sé nel tuo cuore. Dio parla seriamente! Una volta disse a Mosè, uno degli uomini più miti del mondo: ”Poiché hai peccato contro di me, davanti al popolo, non entrerai nella Terra Promessa”. Grazie a Dio, portò quell’uomo mite nella vera Canaan! Se il Signore disse questo a un santo Mosè, che cosa dirà a noi che siamo ora sulla terra? Dice un assoluto “No!” al tuo peccato e alla tua cupidigia.

Se sei colpevole di qualcosa legato all’adulterio, alla fornicazione o a un’occupazione segreta, Dio ti sta dicendo: “Il mio giudizio sta arrivando. E avrò un popolo di gente pura e giusta. Cercami e io farò piovere su di te la mia giustizia. Ti ripulirò. Chiamami soltanto e cercami con tutto il tuo cuore e farò scendere la mia pioggia su di te”. Prima che cada il Suo giudizio finale, Dio vuole immergerti nel Suo prezioso sangue e nella Sua Parola. 

Download PDF