LAVATI DALLA PAROLA | World Challenge

LAVATI DALLA PAROLA

David WilkersonMarch 5, 2015

Molti cristiani oggi vogliono essere coperti dal sangue ma non vogliono essere purificati! Il rituale del Tabernacolo nell’Antico Testamento fornisce un chiaro esempio del tipo di cammino con Dio che i cristiani dovrebbero avere.

Il Tabernacolo comprendeva un cortile esterno dove l’animale sacrificare veniva ucciso. Ciò provvedeva la copertura per il peccato. Ma sempre all’esterno c’era una conca dove avveniva la purificazione. Nessun sacerdote poteva accedere al Luogo Santissimo e avere comunione con Dio faccia a faccia senza essere stato purificato.

Alcuni cristiani credono di poter bypassare la conca che, per noi, rappresenta il lavacro mediante l’acqua della Parola. Credono di potersi addentrare nel luogo santo col peccato incrostato addosso e i vizi peccaminosi profondamente racchiusi nei loro cuori. Entrano e si vantano, “Io sono la giustizia di Dio in Cristo”.

Il cuore perfetto ricerca più d una sicurezza o di una copertura per il peccato! Esso cerca di stare alla Sua presenza per avere comunione! Comunione è parlare col Signore, condividere una dolce comunione, cercare la Sua faccia. E questo è quello che ottieni nel Luogo Santissimo! Arriva in quest’ordine: copertura, purificazione, consacrazione, comunione.
Molti credenti, tuttavia, non vogliono niente di più che essere coperti – un biglietto veloce per la gloria! Nessun dolore, nessuna croce, nessuna purificazione! Se ne vanno in giro gridando, “Sono sotto il sangue! Sono al sicuro!”

Eppure citano solo metà del verso: “Il sangue di Gesù Cristo, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato” (1 Giovanni 1:7). Leggilo tutto: “Se diciamo di avere comunione con lui e camminiamo nelle tenebre, noi mentiamo e non mettiamo in pratica la verità; ma se camminiamo nella luce, come egli è nella luce…il sangue di Gesù Cristo, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato”(1 Giovanni 1-6-7). Gesù disse, “Voi siete già mondi a motivo della parola che vi ho annunziata” (Giovanni 15:3).

Ascoltiamo delle predicazioni che dicono, “Non hai bisogno di essere investigato. Ogni tuo peccato è sotto il sangue! Tutto questo scavare e investigare per trovare il peccato porta solo condanna e colpa”.

In Apocalisse 2:23, Gesù disse, “Tutte le chiese conosceranno che io sono colui che investiga le menti e i cuori, e renderò a ciascuno di voi secondo le sue opere”. Amato, Egli era indirizzato alla Chiesa!
 

Download PDF